Autore Topic: INIEZIONE AD ACQUA  (Letto 3864 volte)

Offline fofoforever

  • Utente
  • **
  • Post: 278
    • Mostra profilo
INIEZIONE AD ACQUA
« Risposta #15 il: 09 Gennaio 2004, 20:03 »
Qualche link ?
Ce n'erano alcuni su Autoelaborazioni ma per ora il sito è "parcheggaiato ".
Ciao.
Ford Focus TDDI 3p 1999
-Filtro aria BMC con presa dinamica
-trattamento teflon Slider motore cambio testa
-esclusione EGR
-intercooler maggiorato e frontale Domorace
-turbina geometria variabile by TURMAX
-catalizzatore metallico
-rimappatura con emulatore
-frizione e spingidisco rinforzati

Tuning-Italia.it

INIEZIONE AD ACQUA
« Risposta #15 il: 09 Gennaio 2004, 20:03 »

Offline Dodo

  • Utente esperto
  • ***
  • Post: 2057
    • Mostra profilo
INIEZIONE AD ACQUA
« Risposta #16 il: 21 Dicembre 2002, 10:23 »
Ciao a tutti ragazzi! Iniziamo ad aumentare le discussioni in altri campi come quello dell'iniezione ad H2O. Come voi tutti sapete sui motori turbo (come anche su quelli aspirati) il rischio della detonazione e della preaccensione è sempre dietro l'angolo.... Con un sistema ad ainiezione ad acqua si ha la possibilità di poter sfruttare la grande proprietà che ha l'aqcua di abbassare le temperature in modo da poter allontanare il limite della detonazione. Questo espediente viene sfruttato sopratutto sui motori sovralimentati che producono molto calore a causa delle elevate pressioni.
Questo sistema è di facile realizzazione e porta moltissimi vantaggi in termini di possibilità di aumentare ulteriormente la pressione della turbina e quindi di potenza e coppia erogate. Un'altro vantaggio che questa iniezione porta è il fenomeno del "pulivapor" che altro non è che la possibilità di pulire tutti i condotti e le valvole tramite il vapore sprigionato dall'acqua dopo che ha partecipato alla combustione. Ovviamente un punto IMPORTANTISSIMO è quello della scelta dei prodotti da utilizzare, infatti bisogna stare molto attenti al tipo di ugello che si intende utilizzare poiche la nebulizzazione dell'acqua gioca un ruolo determinante nell'affidabilità che tale sistema può garantire al motore. Le goccie d'acqua che devono essere introdotte nel condotto di aspirazione devono essere correttamente nebulizzate altrimenti si rischia che all'interno della camera si possano formare degli acidi che, a lungo andare, corrodono le canne, i pistoni e le valvole.
Di tali sistemi ce ne sono moltissimi in commercio: vanno da quello base che ha un getto fisso fina a quello proporzionale che in base all'apertura della farfalla dosa la quantità di h20 che deve essere immessa all'interno del condotto (ovviamente tutto tramite una centralina dedicata). I vantaggi in termini di guadagni di potenza si possono rifare alla possibilità di aumentare, come detto prima, la pressione della turbina di ulteriori 0,3-0.4 bar.

Spero di essere stato chiaro altrimenti mess che vi spiego tutto.

CIAO:)

 
PER QUALSIASI INFO: [/color]
email: edrenz@tin.it